Risorse RpR SpA - Home page

Foto home

 

ANFFAS
__

27 settembre 2013

Lo scorso 26 settembre gli utenti in attesa nella sala URP dell’Ufficio Condono Edilizio di Roma Capitale hanno avuto l’insolita sorpresa di una pacifica invasione da parte di un gruppo di persone con disabilità, adulti e ragazzi, accompagnati dagli operatori dell’ANFFAS Roma Onlus, un’associazione fondata a Roma nel 1958 per iniziativa di un ristretto gruppo di genitori, che si propone di assicurare la tutela e il benessere delle persone con disabilità intellettive e relazionali.
Sergio, Giuseppe, Federico, Maria Adelaide, Giovanna, Simona, Marzia, Federica, Luciano, Marco e Maurizio (questi i nomi dei ragazzi), alla presenza del Presidente dell’Associazione Giovanni Pegoraro, del Direttore Generale Antonio Gilenardi, dello psicologo Dott. Alberto Anceschi, nonché delle educatrici Patrizia Cavalensi e Sabrina Scatà, hanno occupato il front office, sostituendo per alcuni minuti gli operatori di Risorse per Roma SpA nella distribuzione dei tagliandi di prenotazione per i servizi allo sportello.
La visita, proseguita nei suggestivi ambienti dell’archivio nel quale sono conservati oltre 300mila fascicoli, è continuata nelle stanze dove si svolgono le istruttorie delle pratiche di condono, per concludersi nella ex sala mensa per un piccolo rinfresco.
Con questa iniziativa, organizzata dal Dott. Cosimo Damiano Apostolo - responsabile della UO Condono Edilizio di Risorse per Roma SpA (società interamente partecipata da Roma Capitale che supporta il Comune nella gestione dell’Ufficio Condono), si è voluto creare un momento di incontro tra due universi, quello dei “normodotati” e quello dei disabili, spesso separati e non comunicanti; l’incontro ha anche rappresentato un’occasione per far calare i ragazzi in una realtà, quella della burocrazia amministrativa, assolutamente “non percepita” per chi vive una quotidianità cadenzata da sedute con lo psicologo e terapie riabilitative fisiche e cognitive.
Per queste ragioni i ragazzi hanno reagito con incredibile entusiasmo – e anche con punte di eccitazione – alle spiegazioni sul funzionamento operativo dell’ufficio, partecipando anche con semplici espressioni di emotiva attenzione un forte interesse per la “macchina pubblica”, sentendosi coinvolti e percependo il loro “essere cittadini”.
Come segno di ringraziamento per questo “evento”, i ragazzi hanno voluto fare dono di alcune opere (quadri e vasi) realizzati da alcuni di loro presso i laboratori presenti all’interno delle strutture dell’ANFFAS.
A conclusione della visita, sugellata da una solare foto di gruppo presso l’anfiteatro esterno (la struttura che ospita l’Ufficio Condono era nata come scuola), a ciascun ragazzo è stato rilasciato un attestato di “servizio temporaneo”, quale “trasformatore” della città per un giorno.
__
Roma Capitale - Home page